HomeCome fare musica con il pc
Reading Time: 23 minutes

Come fare musica con il pc


La creazione del vostro computer di registrazione e della vostra musica non è così scoraggiante come potreste pensare.

Certo, potreste comprare un computer per la produzione musicale già costruito online, ma perché dovreste pagare l’intermediario?
In questa discussione scopri come acquistare e costruire il tuo PC di produzione musicale.

Non ci occuperemo troppo della tecnologia, ma solo del necessario per spiegare perché avete bisogno di determinati componenti e cosa stanno facendo per voi.

Un tempo l’idea era di costruire un PC per la produzione musicale, comprare componenti costosi e sperare che fossero tutti compatibili con le parti acquistate.

Per non parlare della certezza che le parti del computer che avete comprato siano compatibili con la scheda madre, alla quale volete collegare tutto.

Non solo, ma dovevate anche capire MS-DOS per installare il software che era stato fornito con tutto.

Oggi è tutto “Plug and Play” e viene fornito con un software compatibile con Windows.

Fino a poco tempo fa, solo chi aveva i soldi poteva affittare uno studio di registrazione professionale.

Oggi, gli impianti di produzione di musica digitale per i computer sono facilmente accessibili al pubblico con l’aumento delle prestazioni informatiche e dell’hardware e del software molto economici.
Music Maker - Free Full Version

Benvenuti alla produzione di musica computerizzata per principianti

Oggi parleremo dei componenti di cui avete bisogno (in particolare, una vera unità PC, mentre i laptop musicali saranno più difficili da costruire da soli d’ora in poi), di come installarli e cosa fare con il software.
Anche questa discussione si baserà su un processore Intel.
Non parleremo qui di monitor, perché potete usare un televisore per uno schermo come un vero schermo, se volete.
Ma quello che stiamo osservando è che potreste volere due grossi monitor o una TV se volete portare la vostra produzione musicale ad un nuovo livello – onestamente, non potremmo immaginare di produrne due oggi.
Ti assicuri che la scheda grafica che hai comprato possa supportare più monitor, ma cosa deve fare prima il computer? La costruzione di uno studio di musica in casa richiede una buona pianificazione, quindi cominciamo da lì.

Il computer musicale personale

La cosa migliore dei computer di oggi è che sono completamente espandibili.
Tutto quello che abbiamo appena elencato può essere sostituito o aggiornato in circa un’ora.
Questo è solo il sito del computer, il sito di produzione musicale ha bisogno di un microfono, se avete un set da studio.
Naturalmente occorrono anche apparecchi per la produzione musicale, come tastiera MIDI o pad, altoparlanti di studio, interfacce audio, microfoni e altro ancora.
Dovreste aspettarvi un budget di circa 1500-2000 euro se volete scegliere un setup di medio livello.
Se provate a farlo con un budget limitato, dovreste pagare 1.200 euro per tutto quello che vi aspettate, e alcuni dei componenti audio possono essere comprati per risparmiare, ma i componenti del computer ad eccezione dell’alloggiamento, dell’alimentatore e della scheda grafica.
Si può sempre comprare l’attrezzatura musicale poco per volta, e la domanda aumenta.
Se vuoi iniziare a produrre musica per computer, ti servono quattro apparecchi chiave dello studio:
• un computer
• Software di workstation audio digitale (DAW)
• un’interfaccia
• monitor o cuffie (preferibilmente entrambi)

Per entrare nella produzione di musica computerizzata, non sorprende che la prima cosa di cui avete bisogno sia un computer.
Anche i computer desktop e portatili a basso costo dovrebbero essere in grado di gestire un progetto di registrazione dalla registrazione alla miscelazione e al master.
Tre fattori determinano tuttavia la capacità massima di utilizzo del sistema.

Una CPU con un maggior numero di nuclei è in grado di gestire più processi contemporaneamente.
Se volete competere con un gran numero di tracce e molti plug-in, cercate almeno una CPU decente.
RAM è il fattore più limitante per il numero di tracce e plugin che puoi eseguire contemporaneamente. Il software a 64 bit ti consente di utilizzare in modo ottimale la tua memoria di lavoro.
Al momento della lettera, almeno 8 GB di RAM sono necessari per un sistema di registrazione ordinario e almeno 16 GB sono migliori.
Più grande è la capacità dell’hard disk, più lunga è la registrazione.
Se può, provi a registrare su un hard disk interno.
Ciò è dovuto al fatto che le unità esterne hanno una velocità di lettura e scrittura più lenta. Il loro uso durante l’ingestione può causare cadute. Quando si ha bisogno di più spazio di memoria sui drive interni, il progetto può essere spostato in qualsiasi momento su un’unità esterna. Non c’è niente di peggio che perdere il lavoro per una brutta corsa.
Probabilmente ti stai chiedendo se vuoi acquistare un Mac o un PC. Scegli la piattaforma che ti fa sentire più a tuo agio, perché non fa molta differenza. Finché ti occupi del tuo computer e ti assicuri di eseguire regolari virus scans (sì, i Mac possono anche ricevere virus), va tutto bene.

DAW

Successivamente, al momento di inserire la registrazione al computer, devi decidere quale postazione di lavoro per l’audio digitale o quale servizio di interesse economico generale debba essere utilizzato. Il SIEG è solo il termine tecnico per la registrazione del software. Se avete un Mac, avete un potente software di registrazione con il garand a bordo. La produzione audio può essere uno dei compiti più difficili nella costruzione di un PC. Prestare attenzione non solo all’impatto dell’hardware principale sulle prestazioni, ma anche alla massima compatibilità con le principali periferiche, le interfacce e le opzioni software DAW (Digital Audio Workstation). Per questo motivo è importante costruire un computer che esegua in modo efficiente queste specifiche funzioni audio, che sono tra i processi più diversi che un utente medio di PC deve eseguire.

Ecco alcuni dei daw più amati con una breve spiegazione:
Per ogni strumento (Mac e PC) – Per ogni strumento è il DAW “standard industriale” da catturare, mescolare e masterizzare. Pro Tools è disponibile in tutto il mondo nella maggior parte degli studi professionali. Una delle funzioni più utili di Pro Tools è la possibilità di modificare manualmente forme di onde audio nella visualizzazione a traccia invece di doverle esportare in un altro programma.
Logic (Mac) – Principalmente fratello maggiore di un garage e un’altra solida scelta per riprese di studio, mixing e mastering. La logica dispone di eccellenti funzioni di elaborazione MIDI ed è utile in combinazione con il doppio programma Mainstage per la produzione teatrale.
Ableton Live (Mac e PC) – Ableton Live è un DAW incentrato sulla produzione musicale dal vivo.

I DJ e gli artisti utilizzano la vista unica della sessione per avviare le audioclip premendo un pulsante.
Reaper (Mac e PC) – Reaper è un altro DAW perfetto per contenere, mescolare e masterizzare.
È uno dei pochi DAW che registra le scansioni ad altissima velocità disponibili con l’interfaccia Roland Super UA.
Una volta selezionati quali DAW vuoi testare, devi prima imparare come usarli.
Molti Daw hanno integrato i tutorial direttamente nelle loro sezioni di aiuto.
Tuttavia, se il tuo DAW preferito non è Youtube, i siti web della reception e la community DAW sono un ottimo trampolino di lancio per i tutorial avanzati, che puoi avviare in un batter d’occhio.
La qualità del suono dipende sia dalla qualità dell’elettronica analogica, come gli amplificatori di microfono, sia dal formato di registrazione audio digitale. Oggi, ogni apparecchio audio serio deve registrare una risoluzione di 24 bit, e la frequenza di campionamento di un CD standard è di 44 kHz. Coloro che prendono molto sul serio la qualità del suono possono scegliere di effettuare una scansione doppia o addirittura quadrupla. Molte interfacce supportano scansioni fino a 96 kHz, ma Studio Capture può essere eseguito con 192 kHz se necessario. Già con una velocità di base di 44,1 kHz la qualità della registrazione audio è nettamente migliore rispetto ai più costosi apparecchi a nastro.
Il gestore del software (disponibile per Windows e Macos) sarà fornito su un CD-ROM. Se il tuo computer non ha una chiavetta CD-ROM, puoi scaricare l’ultima versione dal sito web Roland. Il software contiene anche un pannello di controllo che permette di accedere facilmente a tutti i parametri che possono essere modificati.
Seleziona Home Recording Software (DAW)

Sia per MacOs e che per Windows esiste un’ampia gamma di software di registrazione, dai pacchetti “Lite” relativamente semplici ai prodotti estremamente ambiziosi. Definiamo queste stazioni di lavoro DAW o audio digitali, e la maggior parte funziona perfettamente con Roland Studio Capture. Quando qualcuno mi chiede cosa comprare, di solito gli dico di vedere cosa usano i suoi amici. In questo modo ricevono “supporto tecnico” gratuito mentre sono ancora sulla strada giusta. Inoltre, per aggiungere voci o strumenti acustici è necessario almeno un microfono. Per ascoltare le tue registrazioni hai bisogno anche di cuffie precise e di due altoparlanti per monitor di studio. I monitor “attivi” da studio sono la scelta più frequente, in quanto tutta l’elettronica necessaria, compresi gli amplificatori, è direttamente integrata nel contenitore degli altoparlanti. Ciò rende l’installazione di Home Office molto semplice.

Midi

Le interfacce audio più semplici hanno solo uno o due ingressi audio e un paio di uscite audio per accendere i vostri monitor. Nella maggior parte dei casi è presente un’uscita per cuffie. Questo è importante per ascoltare il suono delle tue miscele senza interferire con l’acustica interna. Se si utilizza una tastiera MIDI controller per accedere agli strumenti software forniti con il software di registrazione (o disponibili come Plug-In-Add di terzi) l’interfaccia comprende anche MIDI In e Out: Viene fornito come presa DIN a 5 poli per collegare direttamente il cavo MIDI. Alcune tastiere controller possono essere collegate direttamente tramite USB, ma le porte midi standard sono sempre utili. In questo modo è possibile collegare senza problemi moduli audio esterni o sintetizzatori al proprio studio di registrazione.

EQ

La maggior parte dei frullatori ha 3 regolatori di EQ per canale, alcuni dei quali 4. Sul frullatore vengono normalmente visualizzati “HI”, “MID” e “LOW”. I frullatori a 4 bottoni hanno probabilmente due mid-regolatori, uno un po’ più alto e uno un po’ più basso per un controllo più preciso. L’EQ è importante per l’allineamento del suono, così avrai tutto ciò che c’è nel tuo microfono per sembrare autentico. Volete che la vostra voce umana suoni ancora come una voce umana, ma una voce umana non è di solito riprodotta attraverso due altoparlanti principali e un subwoofer. Quindi dovete sincronizzare questo canale finché non suona naturalmente attraverso il vostro sistema.
La rotazione verso l’alto e verso il basso del regolatore HI influisce solo sul volume dei toni elevati di questa voce. Ogni suono che produciamo allo stesso tempo è di alta qualità, media e bassa qualità. Sollevare l’HI non significa che sia più forte quando il cantante canta note più alte. Ciò significa che ogni suono che il cantante emette ha proprietà più brillanti quando entra nel vostro canale. Lo stesso vale per il medio e il basso

AUX

I regolatori AUX possono essere praticamente tutto!

A seconda di ciò che si fa con la scrivania di miscelazione, i dispositivi AUX possono controllare un effetto di miscelazione che si aggiunge con un componente separato.

Tuttavia, di norma, la maggior parte degli utenti impostano le impostazioni AUX per controllare i monitor.

Sul retro del mixer, da dove state collegando gli altoparlanti principali, vedete alcune uscite AUX, tutte numerate. Lo uso quasi sempre per i monitor.

Molte uscite AUX, tuttavia, sono ancora molte miscele di monitor indipendenti che potete eseguire.

Anche se avete un mixer, le uscite AUX non saranno mai elettrificate. Deve pertanto assicurarsi di utilizzare un portavoce attivo o un amplificatore attivo.

Supponiamo che ci siano due uscite AUX alla tua scrivania di miscelazione, il che significa che hai un regolatore AUX 1 e un regolatore AUX 2 per ogni canale.

All’uscita AUX 1 ha collegato due schermi davanti al cantante e al chitarrista.

All’uscita AUX 2 ha collegato due monitor per batteristi e bassisti.

Puoi controllare ciò che invii ad ogni schermo impostando il regolatore AUX su ogni canale.

Supponiamo che il suo batterista voglia la voce del cantante e che il basso arrivi con la combinazione di monitor e nient’altro.

Attiva AUX 2 su questi canali e lascialo disattivato su tutti gli altri canali.
Puoi usare le uscite AUX anche per altoparlanti aggiuntivi.

Se hai spazio a sufficienza e desideri posizionare ulteriori altoparlanti più in fondo alla quantità, in modo che le persone sullo sfondo non siano troppo distanti, puoi collegarli a uno dei tuoi apparecchi AUXCollegare le uscite e impostare un ritardo per questi altoparlanti in modo che il suono raggiunga il pubblico contemporaneamente.

Puoi consultare il manuale per impostare un ritardo.

Tuttavia, nota che alcuni portavoce attivi dispongono di una regolazione integrata della decelerazione che consente di impostare la decelerazione anche se la tua scrivania di miscelazione non ha la capacità necessaria.

Interfaccia

Quindi hai messo in ordine il tuo computer e il tuo DAW. Ora ti serve una buona interfaccia audio per gestire tutte le entrate e le uscite della registrazione. Anche se è possibile registrare solo la scheda audio interna incorporata nel computer, i problemi di caduta e latenza (tempo necessario per trasferire un suono registrato al computer e ripristinarlo sulle cuffie o sugli altoparlanti), in particolare se si iniziano a registrare tracce più alte

Monitor e cuffie

L’ultimo tassello del puzzle è costituito da altoparlanti per monitor e cuffie. Le cuffie sono perfette per perfezionare alcuni elementi del mix e sono perfette per lavorare in un ambiente non favorevole (per esempio, miscelando fuori casa). Ma per cambiare davvero il vostro mix e dare un’idea di come lo ascolterà, avrete bisogno di qualche altoparlante per monitor installato in modo adeguato in una stanza decente.

Gli altoparlanti e le cuffie Consumer garantiscono un piacevole piacere musicale e conferiscono a determinate bande di frequenza “vibrazioni”. Per mischiare, però, ti piacerebbe sapere come suona davvero la musica. Nella produzione musicale, apprezziamo la chiarezza e la capacità di studiare i problemi del vostro mix. Stiamo quindi cercando un’ampia gamma di frequenze riproducibili e di frequenze il più possibile basse. C’è una vasta scelta di altoparlanti e cuffie per monitor di studio. L’unico modo per capire cosa funzionerà per te è andare nel tuo negozio e ascoltare un brano che conosci a memoria. Controlla se riesci a sentire tutte le parti dal basso al basso. Prova a scegliere le diverse serie di strumenti e fai attenzione alla fine delle note. Senti se riesci a capire il senso del silenzio.

Scegli il microfono vocale giusto

Che ci crediate o no, se siete arrivati a questo punto, siete già in grado di fare una buona ripresa. Sono fermamente convinto che circa l’80 per cento di una buona registrazione avvenga prima che l’audio raggiunga il microfono. Sì, devi scegliere il tipo giusto di microfono e metterlo nella giusta posizione, ma indovina, i microfoni più costosi non sempre danno i migliori risultati. Ciò vale in particolare per la voce ed è più importante trovare un microfono adatto alla voce. Questo è forse più importante per le cantanti, che in genere producono frequenze più elevate degli uomini. Provate tutti i microfoni che avete o noleggiate, e guardate quale suono è più musicale. Non si preoccupi della scheda o se contiene valvole e trasformatori.
Hai mai visto un video di un concerto dal vivo e visto quali microfoni usano? Spesso sono modelli standard dinamici, ma la voce suona ancora bene, non affezionarti troppo ai microfoni costosi. Se ne trovate una che funziona per voi, compratela, se potete permettervelo. Dovrebbe volerci una vita intera, ma non pensate di dover spendere tonnellate di denaro per mantenere la qualità. E se avete solo il vecchio SM58 che usate per i concerti, provate questo, ed è probabile che suonerà bene.

Computer e software per la produzione musicale prima postazione di lavoro audio

CPU:
Grafica AMD R5 2400G: carta
Madre madre (Vega 11 iGPU): MSI B450-A
RAM RAM: DDR4-2400 da 16 GB (2 x 8 GB)
Memoria 1:
250 GB SATA M.2 Memoria SSD 2:
Alimentatore a 2 TB di disco rigido SATA: focus stagionale da 450 oro
Refrigeratore CPU: prodotto dalla
Cassa: Deepcool Tesseract
Sistema operativo: Windows 10
Questa installazione per PC è perfetta per studenti e persone che non conoscono il lavoro della produzione audio. Il nostro obiettivo è quello di essere un PC di produzione completo e potente. L’attenzione è incentrata su un corretto spazio di memoria, possibilità di elaborazione audio e numerose opzioni di aggiornamento su tutta la linea. Un gran botto per i suoi soldi!
Con questa build usiamo il grande APZ Ryzen, ma ci stiamo anche aggrappando a un enorme percorso di aggiornamento per l’attuale piattaforma Ryzen di AMD. La 2400G è la soluzione migliore per il budget e offre un CPU 4 Core / 8 Thread e una solida GPU integrata.
Anche se per molte altre istruzioni Build sul sito iniziamo con RAM da 8 GB (o meno), ci siamo prefissati un kit da 16 GB, in quanto ci concentriamo sull’elaborazione. Ciò aiuterà il sistema a svolgere più funzioni ad alta intensità di CPU e insieme all’SSD gli consentirà di ottenere una velocità elevata per il prezzo.
Per supportare questa build, abbiamo selezionato una scheda madre ATX standard in tutte le sue dimensioni, perché Mobo (insieme alla custodia scelta) offre innumerevoli possibilità di upgrade per il futuro.

Scelta dell’hardware per PC

Processore: La CPU è la base di un PC di produzione audio. Il numero di nuclei e la velocità del processore determinano la velocità alla quale è possibile eseguire diverse attività di modifica. Se il tuo PC non dispone di un processore potente, indipendentemente da altri fattori, è lento. Un moderno software di taglio beneficia di molti nuclei CPU e Hyperthreading. L’investimento in una buona CPU è quindi essenziale se si costruisce un PC per la produzione di audioprocessori.
In generale, il CPU è il punto in cui dovresti investire la maggior parte del tuo budget. Gli edifici seri devono considerare come alternativa una CPU minima di 6 Core o una CPU di 4 Core / 8 Thread.
Nella maggior parte dei casi, un maggior numero di nuclei di CPU dovrebbe fornire prestazioni migliori. Ciò significa che è probabile che i progetti relativamente modesti funzionino bene con una CPU a 8 o anche con un numero inferiore di nuclei, Ma a seconda della complessità del progetto e della latenza richiesta, potreste voler arrivare a uno dei mostruosi 10, 14 o addirittura cambiare 18 core sul mercato.

Scheda grafica: Una delle cose che potete rilassarvi sul mercato attuale è la GPU per la vostra build. Se utilizzi la tua postazione di lavoro non solo per la produzione audio, devi assicurarti di disporre di un sistema equilibrato. La GPU di per sé non viene tuttavia utilizzata per gli ordini audio.
Per questo motivo, nel primo dei nostri esempi riassunti nel paragrafo 1, abbiamo raccomandato più che volentieri un APU (una CPU con GPU integrata).
Per la maggior parte delle produzioni musicali e dei DAW (workstation Digital Audio), il GTX 1660 offre una grande prestazione per ogni esigenza. Tuttavia, se si intende utilizzare la stazione di lavoro per rendering 3D, elaborazione video ad alta risoluzione e/o giochi, o se si ha bisogno solo di un PC in grado di svolgere una varietà di attività del programma, puoi farlo in ogni caso.Voglio un aggiornamento su RX 5700 XT o addirittura RTX 2070 Super.

RAM: Per ottenere una buona potenza a 360 gradi per la tua Build, serve abbastanza RAM. Per la produzione musicale e la lavorazione audio sono necessari almeno 16 GB per garantire un margine per tutte le applicazioni pertinenti. Se aumenti la potenza della CPU, puoi saltare fino a 32 GB o 64 GB di RAM per un sistema di fascia alta.
Un’alternativa sensata all’avvio di più RAM per il problema è spendere un po’ più di RAM più velocemente. In particolare, se si è soddisfatti del supertempo della CPU, è possibile ottenere un miglioramento significativo della potenza di 3000 Mhz (o più) di RAM rispetto alla norma di 2133 Mhz RAM.

Storage (HDD, SSD): se guardi il tuo archivio in una postazione di lavoro, è il re del workflow. Possono avere il sistema più veloce del mondo, ma se la CPU non riesce a leggere i dati dal disco rigido abbastanza in fretta, allora il risultato è sprecato.
La regola generale è che una unità dedicata deve conservare i file da elaborare e, una volta completata l’operazione, un’unità centrale. Per questo motivo tutti i nostri esempi vengono forniti con 2 unità standard, un SSD Nvme con una capacità inferiore o un SSD SATA (più veloce, più costoso) e un HDD SATA o SATA più grande (più lento, più economico).
Se aumenti il budget, puoi aumentare ancora di più usando un drive per il tuo sistema operativo e i programmi principali, uno per i tuoi attuali file di progetto e un terzo per un’unità di cache a breve termine. Puoi anche essere abbastanza intelligente, perché trovi molte delle SSD M.2 più recenti con velocità di lettura/scrittura supportate dall’unità e dal dispositivo. Quindi, anche se sono più costosi, dovete pagare solo per i benefici.

Un’alternativa a questa o ad un’altra opzione (in particolare, se la priorità è la riduzione delle perdite di dati) è quella di configurare più unità in una configurazione RAID. Ciò può essere ottenuto mediante l’installazione di unità supplementari nell’involucro, se vi è spazio a sufficienza, o mediante l’acquisto di un contenitore esterno.
Scheda madre: in una postazione di lavoro audio, la selezione della scheda madre di solito si basa solo sul numero di cose da combinare. Per questo motivo di solito consigliamo carte ATX di tutte le dimensioni per non perdere lo slot Pcie sulla carta. La perdita di uno slot Pcie può essere notevolmente ridotta, in particolare se si guarda la lista delle schede sonore nella terza sezione.
Nella scelta della scheda madre possono essere prese in considerazione anche altre considerazioni, tra cui il livello sonoro integrato in termini di bitrate e simili, il numero di porte USB disponibili e il numero di SATA disponibiliè in grado di elaborare i collegamenti.
Quando si tratta di lavorazione dell’audio, le moderne schede madre hanno spesso un suono integrato molto buono. Se durante l’elaborazione si presta particolare attenzione alla qualità del suono, si devono verificare le valutazioni delle schede madre che si prendono in considerazione per accertarsi che la qualità dell’audio corrisponda alle proprie esigenze. Come menzionato sopra, una scheda audio Pcie è un buon acquisto supplementare per gli utenti interessati.
Infine, come detto sopra, pensa al numero di dischi rigidi che desideri avere. Mentre la maggior parte degli utenti di PC ne ha uno o due, i redattori sono spesso riservati all’archiviazione per garantire un buon workflow. Gli SSD e i HDD standard si sottraggono alle porte SATA, mentre gli SSD M.2 super veloci vengono eseguiti su una specifica porta M.2 della carta (oppure può essere fissato in un adattatore Pcie e collegato alla carta).

Alimentatore: l’ultima cosa che vuoi è che il tuo PC si spenga immediatamente a causa di un’interruzione di corrente o che l’intero circuito sia in corto circuito in caso di sovraccarico. È quindi importante non solo mantenere un alimentatore che gestisca il processo di avviamento, ma anche disporre di buone funzioni di sicurezza per i casi sfortunati di aumento delle prestazioni. Per questo motivo raccomandiamo vivamente di acquistare un alimentatore solo da un produttore noto e rispettabile (come Seasonic, Corsair, Silverstone, Cooler Master, Rosewill, quiet! o EVGA). In questo modo si garantisce un utilizzo efficiente dell’energia elettrica del PC e un funzionamento più fresco e silenzioso.
schede sonore Pcie: nonostante gli elementi audio della scheda madre integrata abbiano percorso un lungo cammino e abbiano investito in una scheda audio con un guadagno più basso che mai, non è sufficiente un’altra soluzione interna di componente con una carta dedicata per la gestione dell’audio, soprattutto se vai verso le cuffie high-end/high-end o altoparlanti ad alta definizione, soprattutto se la qualità precisa è tutto. Con un processore audio dedicato a 96 KHZ / 24 bit questo è un buon primo passo per il premio. Puoi anche ricevere il vero Dolby Headphone 5.1 HD Sound, il che è un grande vantaggio se desideri trasmettere e ascoltare nuovamente l’audio 5.1 con cuffie adatte. Se desideri costruire un sistema serio senza DAC / AMP esterni, una scheda audio ad alte prestazioni può comportare costi elevati. Asus ha una carta professionale high-end con un amplificatore per cuffie da 600 Ohm, un rapporto qualità-segnale incredibilmente basso di 123 dB (per una componente interna PC!) e dei raggi di rinforzo intercambiabili, tramite la quale è possibile personalizzare la carta meglio nella configurazione successiva all’installazione. Inoltre ti offre sostegno per tutto, dal cinema Dolby fino alle cuffie IEM altamente sensibili.
Interfacce audio USB: se vuoi registrare con la tua postazione di lavoro (e in particolare non usare il microfono USB), devi avere un’interfaccia USB. In breve, prendi i tuoi diversi ingressi audio e mandali al tuo PC.
Come in ognuna di queste sezioni di periferiche e di alcuni componenti audio, ci sono diversi livelli di qualità, a seconda che si sia appena iniziato, voler spendere un po’ di più per funzioni o qualità aggiuntive o per un’interfaccia high-est-end.
Microfono: molti principianti nel mondo della produzione musicale o dell’elaborazione audio probabilmente sceglieranno un famoso microfono USB come lo Snowball Blue Yeti. Non vi è nulla di sbagliato in questa scelta, poiché un microfono USB non può essere superato in termini di praticità e facilità d’uso (generalmente si tratta di apparecchi plug and play).
Tuttavia, questa sezione (e questo articolo in generale) si rivolge a utenti seri che preferiscono la comodità, la qualità generale, la funzionalità e la capacità futura di aggiornare la loro postazione di lavoro. Per questo motivo raccomandiamo l’utilizzo di microfoni XLR, la cui connessione al PC richiede l’utilizzo di un’interfaccia audio (come descritto nel paragrafo precedente). La buona notizia è che un principiante che avrebbe comprato una palla di neve Blue Yeti per 80 dollari al posto del crocefisso da 40 dollari di questa sezione e dell’audio USB da 40 dollaripuò acquistare Interface dalla sezione precedente per ottenere il miglior kit iniziale allo stesso prezzo! Un microfono dinamico conveniente e incredibilmente duraturo prodotto da uno dei principali produttori di microfoni professionali. Con quasi la qualità sonora del SM-58 più amato dalla Shures a metà prezzo, questo è un prodotto molto sottovalutato per i principianti del mondo della produzione audio.
Altoparlanti: se si tratta di una vera qualità audio (si tratta quindi di una risposta piatta con la quale si può lavorare con precisione durante la lavorazione) è possibile guardare tutto il giorno con cuffie e/o altoparlanti. Ogni serio designer professionale di prodotti pubblica le curve di risposta e mostra agli editori, ingegneri e altri professionisti del settore audiovisivo esattamente come maneggiare l’apparecchio. Ci sono comunque delle eccezioni.
Un buon punto di partenza per la scelta delle cuffie è rappresentato dalle istruzioni per cuffie elaborate dagli utenti subreddit / r / headphones. Per gli oratori ci sono risorse simili sotto forma di questo diagramma di altoparlante dello scaffale, e questo grafico di un portavoce della torre, che sono state messe insieme dall’utente Reddit / u / averjoeageaudiofilo, ma questi schemi sono un po’ antiquati.
In linea di massima ti occorrono le cuffie e gli altoparlanti giusti per l’attività. Per la riproduzione audio ci sono molti fantastici monitor da studio e molte cuffie che sono state sviluppate per certi scopi. Il miglior consiglio che posso darti è usare le tue orecchie, e, se possibile, prova le cuffie. Vai ad ascoltare l’altoparlante in un negozio di musica, e fai delle ricerche per essere sicuro che la tua scelta sia giusta! Non mi sorprende affatto! Esistono numerose opzioni per le periferiche e i componenti relativi alla produzione musicale e all’audio a tutti i livelli di bilancio. Per domande generali come la ricerca di recensioni o panorami devi cercare video Youtube sul tema in questione. In caso di domande e preoccupazioni più specifiche, suggerirei di rivolgersi a persone che dispongono già di una solida base di conoscenze.

Come potete vedere, costruire un computer per la produzione musicale può essere sia divertente che impegnativo. Ora è tempo di mettersi al lavoro, installare il software Windows dovrebbe richiedere circa un’ora, e tutto è automatizzato.
Ci ricordiamo che quando ti servivano circa 10 hard disk, dovevi fare la babysitter tutto il giorno con il computer per cambiare manualmente gli hard disk.
Dovevano anche seguire l’ordine preciso dei numeri.
Se hai digitato l’hard disk sbagliato, devi cancellare l’hard disk e ricominciare da capo. Oggi basta inserire un CD nella chiavetta e il gioco è fatto.
Dopo l’installazione di Windows e di tutti i driver di base è possibile collegare le periferiche come un microfono, altoparlanti e una tastiera MIDI. La tastiera dovrebbe essere fornita con un software, ma è possibile scaricare online i driver dal sito web del produttore. Per gli altoparlanti e i microfoni i driver saranno installati automaticamente dal software Windows quando si connettono ai dispositivi.Il software DAW è relativamente economico (circa 120 dollari) È facile da installare e installare. Quando hai finito, sai suonare il ritmo. Conclusione: quando abbiamo installato un computer musicale, non volevamo andare troppo lontano nel deserto per vedere come funzionava il software. Soprattutto perché è più un viaggio personale, ed è molto più divertente saltare e sperimentare. Non abbiamo parlato di sistemi di raffreddamento ad acqua. Il motivo è che sono più orientati verso i sistemi di gioco di fascia alta, e abbiamo pensato che la velocità del software esportato fosse più importante della potenza grafica. Anche le luci a LED non sono state discusse, perché hanno solo l’aspetto, e tutto quello che volete davvero è la pura potenza di calcolo del sistema.

Insonorizzazione acustica

Ci sono alcune soluzioni del fai da te per controllare il suono nella tua stanza, ma i prodotti antirumore, che di solito compri in modo professionale, valgono i soldi. La mia prima esperienza di insonorizzazione è stata quando ero diplomata. Ho avuto la fortuna di avere vicini a cui non importava sentire la mia batteria finché uno dei nostri vicini non ha venduto la sua casa e la persona che si è trasferita non è stata così gentile. Ha chiamato la polizia quando mi ha sentito suonare la batteria, e ha sollevato il problema con l’associazione dei proprietari. Dopo aver esaminato la situazione, hanno chiesto alla mia famiglia di fare uno sforzo per trovare la stanza dove si trovavano i miei tamburi.
Il livello di protezione acustica è l’aria, il suono ha bisogno dell’aria per attraversarlo, e le superfici offrono maggiori possibilità di vibrare. Quando si pensa a una sala da concerto o a un cinema in cui si è andati, di solito si deve attraversare un corridoio per andare dalla sala stessa al teatro. La stanza tra il parco giochi e il muro delle lobby è il luogo in cui avviene la maggior parte dell’isolamento acustico. La schiuma fonoassorbente, a volte definita anche cartone delle uova per la sua forma unica, contiene migliaia di minuscoli incavi d’aria con superfici molto sottili. Queste sospensioni d’aria catturano il suono e lo diffondono finché non rimane abbastanza energia per passare dall’altra parte.
I tessuti sono fantastici, anche se sono insonorizzati, ma non è facile come appendere un soffitto al muro. Se appendi un copriletto al muro, puoi controllare e catturare l’argilla molto meglio. Ma c’è un modo più intelligente per farlo, e abbiamo la nostra batteria isolata dal suono in tre fasi. La prima cosa che abbiamo fatto è stata coprire l’interno di queste stanze con una parete esterna di legno molto scadente chiamato truciolato. I pannelli di particelle sono essenzialmente trucioli di legno che vengono pressati per formare un pannello piatto. Abbiamo tagliato abbastanza pannelli di particelle da coprire tutto il muro, con un costo inferiore ai 90 dollari. La seconda cosa che abbiamo fatto è stata scolpire il pannello che resisteva alla schiuma fonoassorbente abbastanza da coprirlo completamente. La schiuma per uova può essere effettivamente acquistata a un prezzo equo se si acquistano le lenzuola previste per i materassi. Non sono belle come le foglie più piccole, commercializzate appositamente per l’argilla, e se le allineate una accanto all’altra, il modello non si orienta. Quindi se siete del DOC del design, potreste voler comprare la roba costosa. Non importa se compri le cose del letto o del clan, funziona allo stesso modo. Il nostro ultimo passo è stato il più costoso; abbiamo sostituito la nostra finestra di accensione con una doppia finestra. Anche in questo caso l’aria tra le due lastre di vetro ha contribuito molto alla trasmissione delle onde sonore. È successo più di un decennio fa, quindi è probabile che la sua stanza abbia già le finestre doppie. Il nostro ultimo passo è stato il più costoso; abbiamo sostituito la nostra finestra di accensione con una doppia finestra. Anche in questo caso l’aria tra le due lastre di vetro ha contribuito molto alla trasmissione delle onde sonore. È successo più di un decennio fa, quindi è probabile che la sua stanza abbia già le finestre doppie. Il nostro ultimo passo è stato il più costoso; abbiamo sostituito la nostra finestra di accensione con una doppia finestra. Anche in questo caso l’aria tra le due lastre di vetro ha contribuito molto alla trasmissione delle onde sonore. È successo più di un decennio fa, quindi è probabile che la sua stanza abbia già le finestre doppie.

Soluzioni fai-da-te
Una soluzione altamente efficace è composta da un po’ di legno, un asciugamano e alcune vecchie camicie. Vai in ferramenta e prendi il pezzo di legno più lungo che trovi, alto circa 2 “x 2”. Consigliamo di tagliare il legno in modo da poter realizzare alcuni telai rettangolari con una larghezza di 18 pollici e un’altezza di 36 pollici. Creane quanti ne vuoi di legno.
Basta avvolgere un asciugamano come una coperta attorno ai bordi del telaio, girarlo e riempire la parte interna del telaio con vecchie camicie arrotolate in modo da poter infilare un asciugamano sulla schiena e appendere al muro. Congratulazioni, hai appena creato un pad insonorizzato, solo uno o due di loro possono controllare l’eco nella tua stanza. Quindi se state solo cercando di controllare l’acustica in modo che i vostri video di Youtube siano un po’ più professionali, funziona senza problemi. Per le applicazioni in studio, si può prendere in considerazione l’acquisto di un vero insonorizzazione, che è il massimo che si possa fare. Se entrate in uno studio, in un cinema o in una sala da concerti, vedrete che l’intera parete è fatta di questo materiale. Questo è quello che usano i professionisti, potete comprarne quanti ne volete e coprire la vostra stanza. Questo non solo controlla l’acustica dello spazio, ma riduce anche il volume che esce dallo spazio, specialmente quando si possono coprire completamente i muri che più vi interessano. Questi sono i comandi più difficili perché non possono essere modificati. Se si raggiunge la parte della parete in cui si trovano le prese o gli interruttori, è molto difficile montarli in modo da non essere bloccati.

Software di workstation:

– Adobe Audition CC: nell’ambito della suite di software creativa di Adobe, gli audit sono perfetti per coloro che utilizzano contenuti audio con altri software, come la Premiere Pro, per l’elaborazione video di questo software. È disponibile in abbonamento mensile o annuale, ma vale probabilmente la pena utilizzare altri prodotti Adobe.
– Avid Pro Tools Come Adobe, anche Avid dispone di un programma audio che completa il software video. Tuttavia, uno degli aspetti positivi più importanti di Avid è probabilmente una migliore interfaccia utente intuitiva e gli strumenti per l’ingresso e l’elaborazione del suono. Dove Pro Tools è davvero brillante (come per l’Adobe Audition), come per altri prodotti Avid. Quindi se preferite il design generale e la funzione generale, è un gioco da ragazzi!
-Ableton Live
Uno dei grandi successi del mondo della registrazione è Ableton Live. Il vantaggio principale di questo software è la registrazione multipla e il sequenziamento MIDI velocissimo, che per uno studio professionale di registrazione è un must quando si tratta di trovare più fonti di una traccia. Dove c’è un mixer, di solito Ableton non è lontano.
-FL Studio: Personalmente trovo che sia un peccato che il nome Fruityloops sia stato abbreviato a FL! Mentre Ableton è più orientata al lavoro in studio, FL Studio si affida maggiormente alla miscelazione ed elaborazione di DJ. Ciò non significa che manchi la funzionalità! Come suite per la produzione musicale, FL Studio è un favorito per i popolari plugin offerti, senza contare che acquistando la Producer Edition riceverete aggiornamenti a vita per il software (prendete questi abbonamenti mensili!).

– Cubase Pro: Cubase Pro, il miglior cane del mondo dei compositori, offre un’interfaccia dal design eccezionale e funzioni straordinarie per compositori e artisti emergenti. In linea di principio si tratta di un software che consente di utilizzare al meglio ogni parte del proprio hardware per ottenere prestazioni ottimali indipendentemente dalla sua prestazione. Per questo motivo, Cubase è diventata una scelta naturale per molti nuovi utenti su PC più semplici, poiché utilizzano l’ottimizzazione per il loro sistema attuale e sanno che mentre si aggiorna il software può disegnare qualcosa di importante Approfittane per aumentare le prestazioni. L’unico svantaggio dei sistemi più piccoli è che richiedono molto spazio di memoria, il che significa che la maggior parte degli utenti deve fornire almeno 500 GB di software nucleare e plug-in.

– Audacity (gratuita)
Lo strumento audio junky gratuito per tutti! Audacity è un programma open-source gratuito che può essere usato da chiunque. Per questo motivo l’utente ha creato centinaia (e centinaia!) di plug-in gratuiti. Questo è un ottimo primo avvio per i vostri requisiti audio. Uno dei miei preferiti è “Chris Dynamic Compressor” (nessuna relazione, ah ah!), perché, francamente, devo ancora sentire un compressore per la voce migliore di quello che offre fino al punto, Mi piace dare il tono di voce quando creo un brano vocale veloce a scopo dimostrativo. Questo rende Audacity uno strumento popolare e flessibile per chi fa i primi grandi passi nel mondo dell’audio.
– Cakewalk (gratis)
Un DAW professionale di prima qualità, la cui versione di base è stata messa a disposizione gratuitamente negli ultimi tempi – una manovra che potrebbe essere familiare all’elaborazione video consapevole di Davinci Resolve. Se segui il percorso Audacity, probabilmente vale la pena provare almeno questa opzione per scoprire quale sia la più adatta alle tue esigenze, al tuo workflow e al tuo stile.

Lei è in zona, le idee le fluiscono, ritmo, melodie, effetti, tutto si unisce, e improvvisamente il suo computer si congela completamente. Non c’è niente di male a dover ricominciare, spero tu abbia salvato il tuo lavoro?
Windows 10 ha rivoluzionato il processo di creazione della musica sul PC. I miglioramenti in termini di stabilità, aggiornamento, compatibilità e protezione della latenza hanno reso il PC uno strumento straordinario. Un PC Windows 10 è un’opzione seria per ogni tipo di musica. Tuttavia, per trarne il massimo beneficio, occorre assicurarsi che funzioni con la massima efficienza.

error: Content is protected !!